Beta

Compra i biglietti della Champions League in cryptovalute!

settembre 24, 2018

Vittoria nel calcio: La UEFA rivoluziona il sistema di ticketing grazie alla Blockchain, permettendo a tifosi e aziende di evitare truffe legate al mercato del Secondary Ticketing!

 

Il 16 agosto di quest’anno la UEFA ha fatto un annuncio rivoluzionario. Ha lanciato un nuovo sistema di ticketing che utilizza la tecnologia Blockchain.

 

Per la partita di Supercoppa tenutasi tra Real Madrid e Atlético de Madrid a Tallinn, è stato implementato un nuovo sistema tramite smartphone con cui la UEFA ha distribuito il 100% dei biglietti venduti al pubblico attraverso lo sviluppo di un’applicazione iOS e Android dedicata, basata su blockchain combinata con dispositivi Bluetooth mobili all’ingresso dello stadio.

 

Precedentemente per la prima volta il sistema era stato utilizzato per il 50% dei biglietti distribuiti al pubblico per la finale di UEFA Europa League 2018 tra Atlético e Marsiglia a Lione.

 

E quindi In seguito al successo dell’attuazione del sistema per la finale di Lione, la UEFA è stata in grado di aumentare il sistema di distribuzione per tutti i cittadini che hanno acquistato i biglietti per la partita di Supercoppa UEFA tenutasi ad agosto in Estonia.

 

Da cosa è nato il bisogno di realizzare questo sistema?

 

Hai mai sentito parlare di Secondary Ticketing? Si tratta di un mercato di biglietti parallelo a quello autorizzato, fortemente attivo su internet, che offre in vendita biglietti per ogni genere di eventi non solo del settore calcio: sui siti di “secondary ticketing” sono venduti anche biglietti legati allo spettacolo piuttosto che eventi mondani in genere.

 

La caratteristica principale di questo mercato è che i biglietti non sono autorizzati e vengono maggiorati ingiustificatamente per multipli del prezzo ufficiale, alimentando appunto un vero e proprio mercato parallelo ed oneroso a danno del consumatore (o spettatore).

 

Ma di per sè Il secondary ticketing non è una pratica scorretta, e nemmeno riconosciuta come illegale nella maggior parte degli stati del mondo (a tal proposito ci sono due sentenze della Corte di Cassazione datate 2006 e 2008).

 

Infatti in alcuni casi riesce anche ad apportare valore aggiunto in quanto ci sono piattaforme che erogano servizi di qualità superiore, ad esempio permettendo con la realtà aumentata di controllare la visuale del posto che si sta acquistando, tramite il proprio smartphone; oppure offrono la possibilità di avere una consegna anticipata a casa in orari comodi per il cliente, piuttosto che forme di assicurazione per tutelare l’acquisto in caso di cancellazione, giustificando appunto il maggior prezzo applicato sul biglietto.

 

Il problema sorge nel momento in cui il circuito del secondary ticketing viene utilizzato per truffare i consumatori e quindi gli acquirenti dei singoli ticket!

Infatti è comune leggere fatti di cronaca in cui malintenzionati e truffatori lucrano sulla falsificazione dei ticket d’ingresso agli eventi, acquistando biglietti in formato informatico e poi rivendendoli a prezzi maggiorati a svariate persone con la stessa intestazione.

 

Tra gli acquirenti, soltanto il primo che andrà allo spettacolo potrà entrare. Agli altri, non sarà permesso in quanto il lettore del codice a barre posti per i controlli agli ingressi,  indicheranno che il biglietto è già stato utilizzato.

 

Aziende danneggiate e benefit andati in fumo!

 

Oltre a danneggiare i tifosi, questo sistema ha visto danneggiate anche numerose aziende. Infatti in contesti in cui i salari per dipendenti e collaboratori non aumentano e non ci sono misure per ridurre il costo del lavoro, per rimpolpare il portafoglio delle famiglie o per elargire dei premi produzione si ricorre spesso a iniziative di welfare che migliorino il benessere di dipendenti e collaboratori.

 

Ecco che oggi 7 società su 10 investono in benefit e servizi vari per i propri collaboratori. Il 54% di questi, in servizi di benessere tra cui biglietti per attività ludiche tipo tickets di ingresso ad eventi sportivi.

 

Ogni anno migliaia di aziende erroneamente cadono vittime di questo meccanismo entrando in contatto con siti-truffa dediti alla vendita non autorizzata di biglietti. L’obiettivo di un sistema di blockchain ticketing è rendere semplice e sicuro il processo di vendita dei biglietti per le partite.

 

L’uso della blockchain per sostenere il sistema garantirà che la distribuzione dei biglietti sarà più sicura e importante, evitando la replicazione e la duplicazione dei ticket, attualmente in vendita sui mercati secondari.

 

Perchè non pagare in cryptovaluta?

 

I comunicati stampa dicono che La UEFA continuerà a sviluppare ulteriormente il sistema, con l’obiettivo di utilizzarlo in occasione di eventi futuri, fino a che non diventi definitivo.

 

Ma nel frattempo le aziende potrebbero continuare a cadere vittima di truffe, per cui sarebbe utile seguire alcuni piccoli consigli prima di acquistare ticket. Ne elenchiamo alcuni:

 

  • Fate ricerche sul nome del sito dal quale state per acquistare i biglietti e verificate che non ci siano feedback negativi da parte di altri utenti;

 

  • Verificate quale sia il sito autorizzato a vendere i biglietti e la presenza di un “Servizio Clienti” adeguato;

 

  • Utilizzate per l’acquisto, un sistema di pagamento sicuro e affidabile, laddove è possibile, sarebbe consigliabile pagare in cryptovaluta.

 

In occasione di alcuni eventi sportivi come ad esempio il mondiale in Russia, la Federazione Russa ha cominciato a vagliare l’ipotesi di accettare pagamenti in criptovaluta, proprio per massimizzare le potenzialità di sicurezza legate alla blockchain.

 

Numerose sono le manifestazioni e gli eventi in tutto il mondo dove la Blockchain e le cryptovalute stanno facendo il loro ingresso. Effettuare l’acquisto in crypto, registrando l’avvenuta transazione su blockchain garantirebbe ulteriore sicurezza evitando di molto il pericolo legato alla duplicazione dei ticket e alla loro immissione sui mercati secondari.

 

In tal senso per le aziende, acquistare ticket con un’applicazione come Xriba Pay sarebbe un vantaggio di doppia utilità in quanto il wallet, tramite una procedura d’identificazione è già associato ad un profilo aziendale e registrerebbe automaticamente l’operazione in contabilità.

 

In questo modo ogni azienda nel mondo ha la possibilità di fare questo genere di acquisti in modo sicuro in quanto Xriba Pay si colloca come la prima piattaforma di pagamento che consentirà alle aziende di condurre transazioni finanziarie associabili a documenti contabili.

 

Richiedi subito l’invito per poter essere uno dei primi ad utilizzare XribaPay non appena verrà rilasciata sul mercato.

 

Affrettati i posti sono limitati!

Fai crescere la tua azienda velocemente!

Inserisci qui la tua email e richiedi l’invito!

Facebook
Google+
https://www.xribapay.com/it/compra-i-biglietti-della-champions-league-in-cryptovalute
Twitter